Guida completa alle migliori marche di vogatori. Caratteristiche, dettagli e fasce di prezzo

Praticare sport è importante sia per mantenere il nostro corpo in forma, sia per alleviare lo stress e migliorare la nostra salute complessiva. Per tal motivo, trovare il tempo da dedicare all’esercizio fisico è fondamentale e per fortuna esistono numerosi modi per praticare attività fisica. Che sia all’aperto, in palestra o a casa, sarà sempre possibile non trascurare il nostro fisico e assicurarci così un miglioramento generale del nostro benessere.

Negli ultimi anni, va sempre più in voga l’utilizzo di macchinari ginnici non solo in ambienti come palestre ecc, ma anche e soprattutto fra le mura domestiche. Ciò ha reso possibile fare sport anche a quelle persone che sono sempre a corto di tempo o che non apprezzano particolarmente frequentare le palestre e quindi luoghi affollati.

Nel seguente articolo, per l’appunto, parleremo più nello specifico di uno dei macchinari più noti e acquistati di sempre, il vogatore. Parleremo delle sue caratteristiche principali e delle migliori marche produttrici. Curiosi di saperne di più? Non perdiamo ulteriore tempo e scopriamo tutto ciò che di utile c’è da sapere al riguardo.

Il vogatore, un macchinario sorprendente!

Per chi non conoscesse le potenzialità del vogatore, basterà sapere che a parere di moltissimi esperti del mondo del fitness, risulta essere tra i macchinari più efficaci per un esercizio completo e che garantisce risultati anche in tempi brevi. Superiore e di molto alle più tradizionali cyclette o tapis roulant o magari biciclette ellittiche; il vogatore è capace di assicurare un allenamento total body adatto a tutti i tipi di livelli e di abilità.

Il vogatore, è un attrezzo ginnico che mira alla simulazione di un movimento nello specifico, ovvero la vogata. La vogata è la tradizionale mossa che si vede nel mondo del canottaggio. Per molti è un movimento completo, in grado di stimolare ben oltre l’80% della nostra struttura muscolare e non solo. Data la doppia valenza, ovvero di esercizio aerobico e anaerobico, aiuta non solo la muscolatura ma anche l’apparato respiratorio e quello circolatorio, oltre ad una serie di benefici intrinsechi.

Come si usa un vogatore? Facile!

Il vogatore, tra i tanti aspetti positivi, possiede quello di adattarsi al meglio anche a principianti o a poco esperti. Quindi non può di certo definirsi un macchinario esclusivamente professionale. La vogata, è indicata col termine di “tecnica del Rowing” e per eseguirla al meglio, andrà di certo fatta un po’ di pratica, al fine di assicurarsi dei risultati ottimali e di non affaticare inutilmente il corpo.

Data la richiesta coordinazione del movimento dei quattro arti, spesso è consigliabile progredire a step:

  

Step 1: Movimento di gambe. Prima impariamo a gestire il movimento della parte inferiore del nostro corpo, il nome di questa particolare posizione è “the catch”. Elemento essenziale è il mantenere le braccia sempre tese e dare la spinta dapprima con la punta dei piedi per poi passare a tutta la pianta.

Step 2: Movimento di braccia. In tal caso sarà sufficiente mantenere le gambe ferme e tese e lavorare solo ed esclusivamente di braccia. La trazione che andremo a compiere avverrà in simbiosi con manubrio. Ciò servirà a prendere confidenza col macchinario.

Step 3: Unione di braccia e gambe. Una volta fatta pratica, sarà possibile combinare i due movimenti ed eseguire così, nel modo più idoneo, il movimento complessivo della vogata. Il che si traduce con il perfetto sincronismo di gambe e braccia.

Troppi modelli a disposizione? Scopriamo quale faccia al caso nostro!

Il mercato dei vogatori è ampio e variegato. Questo, per chi si intende poco, potrebbe arrecare non poca confusione, ecco che basterà sapere alcuni aspetti fondamentali per compiere la scelta giusta!

Prima di tutto, la scelta di un vogatore dipenderà da:

  • Altezza.
  • Peso corporeo.

Questi fattori fisici sono essenziali poiché ogni vogatore si adatta al meglio alla nostra fisionomia. Sia l‘altezza che il peso andranno quindi ad influenzare la scelta del macchinario, soprattutto per quanto riguarda la portata massima. Ogni vogatore, di fatti, ha un massimo di carico sopportabile, bisognerà sempre tenere in conto questo criterio.

Resistenza? Trazione? Di cosa si parla con esattezza?

Altri aspetti importanti da non sottovalutare prima di scegliere il nostro vogatore è la resistenza e la trazione. 

La resistenza, non è altro che quella forza contrapposta a quella dell’atleta che si ritrova a compiere la vogata. In generale si tende a simulare quella creata dall’acqua nel momento della remata, tuttavia modelli specifici ricreano una resistenza di tipo differente ma che risulta essere ugualmente efficace. Ecco quali sono le principali:

  • Ad acqua.
  • Aria.
  • Elettromagnetica.
  • Idraulica.

  

Ognuna di essere, per logica, si adatterà più o meno bene al contesto e alle nostre esigenze. Se fossimo dei principianti potremmo puntare su quella Idraulica, di certo più gestibile e intuitiva. Se invece è di livelli professionali che si parla, allora il top potrebbe essere la resistenza ad Acqua. In ogni caso è sempre importante puntare sul prodotto che vanta un buon rapporto qualità/prezzo. 

La trazione, dal canto suo, determina il sistema di tiraggio collegato al volano o manubrio. Se siamo alla ricerca di un sistema semplice e pratico allora meglio optare per quello Centrale, viceversa se miriamo ad un’esperienza più similare alla remata originale in acqua, allora meglio orientarsi su quella di tipo Scandinava, ovvero quella a bracci separati.

Scegliere in base anche alla marca.

Come in tantissimi altri prodotti, dare un occhio di riguardo al marchio non è di certo una cattiva idea, anzi. In molte occasioni, affidarsi ad un marchio noto sarà sinonimo di garanzia e di qualità dei materiali. Tra i più noti si riscontrano la SportPlus, Sportstech, WateRower o Diadora. In generale è sempre bene valutare anche il tipo di modello in base alla resistenza e se la spesa da affrontare rientri nel budget prestabilito.

Prezzi attualmente sul mercato.

I costi dei vogatori oscillano in base al modello e quindi al tipo di resistenza offerta. Tra i più economici fascia di prezzo che va dai 150 – 300 euro troviamo i vogatori a resistenza idraulica. Vogatori elettromagnetici o ad aria si posizionano in mezzo con costi tra i 400 e i 600-700 euro mentre quelli ad acqua, nonché i più costosi, andranno anche ben oltre i 1200 euro.

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

“La vita non sarebbe niente senza un pizzico di arte”

Back to top
menu
vogatoremigliore.it